arrow-down-2arrow-downbagbreadcrumbs-arrowbutton_arrowbutton_arrow_close_modal_windowdownloademailfacebook-footerfacebookgoogleplus-footergoogleplusgoogleplus_oldhomelinklinkedin-footerlinkedinlistmagnifymailmarkerpage-nav-arrow--rightpage-nav-news-arrow--leftpage-nav-news-arrow--rightpage-nav_gridpage-nav_leftpage-nav_rightpinterestshield-checkslider-arrow--leftarrow-dxtwitter-footertwitteruserworldmapyoutube-footer

Uteco ospita Confindustria per una giornata di formazione dedicata all’Industry 4.0

04.07.2017

“Prepàrati al futuro”, così Confindustria annuncia il ciclo di seminari itineranti sul piano strategico nazionale Industria 4.0, dedicati alle tecnostrutture associative ed alle PMI associate. La tappa del 28 giugno ha visto coinvolta Uteco Group, che ha ospitato per l’intera giornata più di 100 persone.

Nello stabilimento principale dell’azienda, personaggi di spicco come Giulio Pedrollo (Vice presidente per la Politica Industriale di Confindustria), Michele Bauli (Presidente di Confindustria Verona), Andrea Bianchi (Direttore Politiche Industriali di Confindustria), Massimo Sabatini (Confindustria), Leonardo Quatrocchi (Docente alla LUISS Business School), Giovanni Miragliotta (docente del Politecnico di Milano), moderati da Paolo Dal Ben, responsabile Redazione Economia, Interni-Esterni e Web de L’Arena, hanno esposto tematiche relative all’industria 4.0, focalizzandosi sul ruolo che le aziende italiane stanno avendo nel cercare di raggiungere un obiettivo fondamentale: una sempre più completa automazione industriale, che integri tecnologie produttive sempre più innovative per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

La giornata di formazione ha poi lasciato spazio a due casi pratici riportati dalle testimonianze di Calzedonia (la cui sfida è quella di riuscire a gestire informazioni su macchine e oggetti attraverso l’uso di chip) e la stessa Uteco, con l’Intervento dell’ing. Diego Taioli, Responsabile Produzione e Assemblaggio.

Spiega Taioli: “Uteco è 4.0 nella capacità di ripensare i suoi processi interni ed esterni eliminando gli sprechi, aumentando il valore aggiunto per i suoi clienti e valorizzando le competenze delle risorse interne.”

Prosegue: “Questo evento ha permesso di valorizzare i passi in ottica 4.0 che l'azienda ha fatto in questi anni evidenziandone il beneficio e quindi dando un ulteriore stimolo a perseguire il miglioramento continuo, tecnologico e organizzativo.”

Significativo anche l’intervento dell’Ing. Aldo Peretti, CEO dell’Azienda, che dice: “Il piano Industria 4.0 costituisce un incentivo per i nostri clienti italiani, e sta permettendo anche a noi di accrescere gli investimenti e acquistare nuovi macchinari. L’innovazione però, passa soprattutto attraverso le risorse umane, ed è proprio per questo che stiamo assumendo giovani ingegneri meccatronici e tecnici specializzati”. E aggiunge: “Industria 4.0 ci permette di metterci al passo, se non sopravanzare, mercati e costruttori già avanzati, come quello tedesco”.

La giornata si è conclusa con un tour degli stabilimenti guidato dal COO Uteco Ing. Stefano Russo e dal Direttore Produzione & Logistica Alberto Zampollo. Qui gli ospiti hanno potuto vedere in anteprima tutte le ultime novità del Gruppo.

Uteco si dimostra essere perfettamente in linea con i principi cardine dell’Industry 4.0. Con l’implementazione di sistemi che permettono di rimanere in linea con la quarta rivoluzione industriale, digitale: macchine che dialogano direttamente con gli uffici per il monitoraggio e il controllo dei dati, dispenser quasi completamente automatici, l’azienda sembra avere nel suo DNA tutte le risorse per rimanere all’avanguardia e migliorare continuamente.

Top